Recensione: “Il dado è tratto da una storia vera”

0
250
Il dado è tratto da una storia vera

La raccolta di racconti che ho letto per la recensione di oggi può essere descritta con una parola: ORIGINALE.

Non avevo mai letto racconti che fondessero fantascienza, fantasy, umorismo, in una serie travolgente di storie divertenti e surreali.

Credo che sia utile condividere la descrizione che l’autore fa di se stesso e del suo lavoro:

Il mio pseudonimo è Mauro Reperto, ho 52 anni e ho pubblicato il mio primo libro in self-publishing con Youcanprint. Devo la mia formazione come lettore e la predilezione per la Sci-Fi e sottogeneri vari ai più di 100 libri della collana Urania, letti tra gli 11 e i 13 anni, la migliore eredità materiale lasciatami da mio padre. E’ stata la base, il soffritto su cui lentamente ho cucinato e mangiato le letture successive, e che mi hanno portato un po’ tardi (nel 2016) a cominciare a scrivere. Lavoro come insegnante di italiano per stranieri, una professione che mi ha permesso di vivere all’estero in vari paesi anche se per brevi periodi, e di entrare in contatto con culture sempre diverse, cosa che comunque avviene anche in Italia. La mia è una raccolta di racconti che spaziano dalla fantascienza alla Douglas Adams al realismo magico all’urban fantasy umoristico.

La raccolta, intitolata “Il dado è tratto da una storia vera” (titolo che già può dare l’idea della fantasia giocherellona dell’autore), scritta da Mauro Reperto, ha il suo interno i seguenti titoli (a cui ho aggiunto una piccola descrizione):

SE HAI UN PROBLEMA CHIAMA IL 112 – Le disavventure di Nicola Scheggi

DOGGY STYLE – Il disagio dell’ingegner Cane

BALOO – Il pianeta che sembra un orso

BLABLACAR – Il viaggio di Alberto e Carlo

DISAGIOGRAFIA DI UN SANTO – La storia di Pettoro Filadelfio

L’ESTATHÈ STA FINENDO – L’indagine di Giovanni su Monterocca

LA NOVELLA DELLO STENT – Il sogno lucido di Andrea

LEIBNIZ – Le teorie di Zichichi e Nureyev

KM ZERO – La storia di Rossana e Stefano

BARACCI – Antonello e le invenzioni

ATTI MANDALICI – La breccia sulla Grande Muraglia

L’AMICA VENALE – Lo spariscitore di Aurora e Silvia

MISTERI CALDEI – Martina e il dado magico

MORTE DI UN PENNUTO – Gli esperimenti di Giorgio Banchelli

REMIEHZLA – Leonardo Di Grido e la madre Marta

IL NUMERO DELLA ROSA – Marcello e Carmen

MIDNIGHT MERDA – Giorgio S. e i migratti

SE LA VITA È UN CONCERTO, LA MIA È UN SOUND-CHECK? – Pamela e Nicola

DEL PERDUTO AMORE – La parodia degli annunci di ricerca

DECAMEROTICO – Un episodio extra del Decamerone

STORIA DI CALOGERO – Calogero: una vita da giramondo

SOLO CIÒ CHE NON ESISTE È LIBERO – L’ipnosi regressiva

REVENGE – Tarchiani e i segreti di Lisa

USL: UFFICIO SCOLASTICO LOCALE – Avventure sul pianeta Xymox

È difficile fornire una descrizione di questi racconti perché sono semplicemente complessi (scusate l’ossimoro). Questo vuol dire che sono racconti brevi e diversificati e si leggono con facilità, ma al loro interno racchiudono un mondo di arguzia e di sapienza disarmante.

So per certo che l’autore, Mauro Reperto, è un insegnante e, dall’analisi della sua opera, emerge la sua passione non solo per la Sci-Fi e per l’urban fantasy, ma anche per il genere umano e per tutte le sue peculiarità e caratteristiche (negative o positive che siano).

In ogni racconto ho ritrovato dei ragionamenti metafisici ma anche filosofici spiazzanti e anche un uso articolato e acuto della lingua italiana, che viene plasmata dall’autore per creare giochi di parole esilaranti.

Per concludere, credo che “Il dado è tratto da una storia vera” sia una raccolta da leggere se si ha voglia di umorismo, sagacia ma soprattutto estrosità. Complimento all’autore per la sua opera, che trasmette al lettore tutta la complessità della sua creazione.

Link all’acquisto: Il dado è tratto da una storia vera

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO