Recensione: “Il risveglio di Fahryon – Il suono sacro di Arjiam”

0
236

 

Buongiorno lettori!

Dopo qualche settimana di assenza, torno con una nuova recensione, del secondo libro della saga della scrittrice Daniela Lojarro “Il risveglio di Fahryon-Il suono sacro di Arjiam” (Qui la recensione del primo Fahryon-Il suono sacro di Arjiam ).

Il primo capitolo della saga, Fahryon, si chiudeva con colpi di scena e violenze, perpetrate dal protagonista Mazdraan contro Fahryon e la sua famiglia. Queste vicende segnano il cuore della giovane Magh, che si rifugia in una realtà interiore per estraniarsi dal mondo reale e dal dolore. Saranno Vehltur, eremita e mentore, e l’aquila magica Klihjak a scuoterla da questo stato di torpore mentale e a convincerla ad intraprendere il viaggio che la condurrà a riunire le due sponde del mondo magico e fare in modo che Armonia e Malia si fondino stabilendo l’Armonia. Questo compito però non è affatto semplice, se si considera che Mazdraan ha in pugno suo figlio Uszrany, compagno di Fahryon e suo punto debole, e che minaccia di utilizzare la Malia per impadronirsi del potere magico nel mondo.

È un capitolo avvincente, emozionante, pieno di colpi di scena che, con leggerezza, riesce a sciogliere i nodi presenti nel primo libro e a raccontare la storia dei singoli personaggi, illustrando il loro passato e facendoli conoscere da vicino. L’antagonista, il nobile Mazdraan, dimostra eleganza e sicurezza, scontrandosi con intelligenza con i protagonisti, anch’essi determinati e coraggiosi.

È un libro che ti tiene incollato alle pagine e che ti spinge a provare simpatia e affetto per la sua protagonista femminile, all’apparenza fragile e dolce, ma in grado di scatenare una forza immensa quando si tratta di proteggere chi ama e di ristabilire il bene. La sua caparbietà e la sua Armonia interiore la rendono un personaggio ben studiato e complesso.

 

Link all’acquisto: Il risveglio di Fahryon

 

 

 

 

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteRecensione: “Il suono del rintocco”
Articolo successivoRecensione: “Redemption-Cronache divine”
Micol Giusti
Mi chiamo Micol Giusti e sono una giovane donna appassionata di lettura e di scrittura. Vivo a Massa, in Toscana, e ho una casa ricolma di libri di ogni tipo, anche se i miei preferiti sono quelli di genere fantasy.