Recensione: “Katalepsis”

0
82
Nelle settimane passate, Giada ha letto per tutti noi il romanzo “Katalepsis” di Fabio JTP Corrirossi, edito da Haiku edizioni.
Come sempre, partiamo dalla trama!
La Atlantide Corporation è lieta di presentarvi “Katalepsis”.
Per la prima volta in commercio il rivoluzionario dispositivo che permette di eliminare le incomprensioni fra gli esseri umani. Questa, la campagna pubblicitaria dell’invenzione più clamorosa di sempre: quella che porterà il mondo a un cambiamento radicale. Famiglie, artisti, imprenditori, operatori sociali, capi di Stato e persino gli stessi creatori di questo straordinario device saranno costretti a modificare il proprio modo di vivere e pensare, trascinati in un vortice evolutivo senza precedenti. Sintonizzati anche tu, alla ricerca di un’emozione mai trasmessa!
 Questo romanzo è particolare e intrigante.
È una lettura in grado di far riflettere sulla realtà sempre più povera che stiamo vivendo attraverso una storia ben costruita.
Katalepsis infatti è un dispositivo in grado di trasmettere emozioni e ricordi da una persona ad un’altra, costruita appositamente per annullare l’effetto deleterio delle bugie e per facilitare la connessione tra le persone.
Il libro presenta molte citazioni e lo stile è diretto e crudo.
La storia non si può considerare lineare poiché spesso presenta dei salti temporali che verranno spiegati più avanti e che interrompono il filo della narrazione.
Traendo le mie conclusioni, posso affermare che è un libro da consigliare perché fa riflettere sulla difficoltà che gli esseri umani hanno nel comprendere gli altri e loro stessi.

Link all’acquisto: Katalepsis

Commenti

LASCIA UN COMMENTO