Recensione: “Deception- Cronache divine”

0
408

 

Oggi recensisco per voi Deception, il secondo libro della saga Cronache divine di S. Marty.   Potete trovare tra i vecchi post, la recensione del primo volume!

Partiamo dalla trama del libro.                                     5e1712da121208d1ffe64aaf3429f4ad   Chi ha letto il primo saprà che finalmente Ares, dio della guerra, ed Erin, figlia di Afrodite e Zeus, formano una coppia molto solida e affrontano insieme i problemi e le difficoltà di ogni giorno. La loro relazione è stabile anche se gli altri dei, soprattutto Apollo, Poseidone ed Ade, cercano di avvicinarsi ad Erin in ogni occasione e con ogni scusa per tentarla, nonostante la gelosia del suo compagno. A complicare le cose arriva Hermes, che costringe la giovane dea a portare avanti il suo lavoro di messaggero, perché svogliato e stanco. Erin inizierà quindi a consegnare messaggi e doni agli dei, non senza difficoltà, ritrovandosi nei regni dei suoi spasimanti. Quello a cui si avvicinerà di più però sarà Ade, dio dell’oltretomba, che le farà un regalo davvero speciale: un ciondolo nero a forma di prisma, utile nei momenti di difficoltà. 13695246_10154372010669669_1228781211_nDurante una festa sulla terra, in cui si ritrova a causa del suo nuovo lavoro, Erin nota una bellissima amazzone, Otrera, e scopre che è stata un’amante di Ares. La donna la fissa con rabbia, senza che la dea riesca a spiegarsi il motivo, ma non le si avvicina. Erin torna sull’Olimpo con mille dubbi su di lei e sul suo corpo, ma Ares le risolleva il morale giurandole di volere solo lei al suo fianco.             Il giorno dopo però, costretta di nuovo ad andare sulla terra dalle scarpe alate di Hermes, dovrà affrontare un grande pericolo: il popolo delle amazzoni. Sarà trattenuta da Otrera, privata dei suoi poteri, senza poter avvertire Ares né Ade, visto che il suo ciondolo le è stato sottratto. Dovrà quindi dimostrare quanto vale, fisicamente e mentalmente, e tenere duro, sperando che qualcuno la trovi e la aiuti a tornare a casa.

Così come con il primo volume, la lettura scorre piacevolmente sotto gli occhi del lettore, riuscendo a creare suspense e curiosità. Anche se non è il perno centrale della storia, ho trovato che in questo secondo capitolo l’amore sia una presenza costante, sia fisico che sentimentale. A me generalmente nel fantasy non piace che alle relazioni amorose venga data troppa importanza, perché si rischia di stravolgere il genere e di trasformarlo in romanzo rosa o erotico. cole_monahan03Devo dire però che nei libri di Martina questo non succede, perché la storia è comunque strutturata seguendo una linea che interseca azioni avventurose, prove da affrontare e combattimenti e il romanticismo fa da culla a questi intrecci ben studiati.

In conclusione, Deception mi è piaciuto e, nonostante mi sia stato detto che è un intermezzo tra il primo e il terzo libro, l’ho trovato completo, con un finale adeguato e ben delineato.       È un libro che affronta e dà spazio ai più comuni sentimenti umani, come l’ira, la rabbia, l’affetto e l’amore, regalando emozioni e tanta voglia di continuare a leggere!

Link all’acquisto: Deception-Cronache divine

Commenti